• In evidenza •

SKINCARE: "Trattamenti notte per una pelle perfetta"

  Si sa, il viso è il nostro biglietto da visita! Occorre perderci molto tempo per tenere la pelle sempre pulita, idratata e sana. Lo stress della vita quotidiana ci porta a saltare passaggi quotidiani per far si che la pelle risulti visibilmente sana. Ma dei giorni proprio non si riesce a stare dietro a tutte quelle creme da usare. Il miglior rimedio per salvare la situazione è imparare ad usare delle creme per la notte. Durante il sonno possiamo usufruire di questi elementi che ci doneranno idratazione profonda, anche perchè in media avremo 6 ore per lasciare agire determinati componenti cosmetici. Scopriamo insieme le ultime novità in campo cosmetico per la riparazione cellulare notturna! ERBORIAN: Skin Therapy Oil Tutto il potere della skincare Erborian: 17 estratti naturali combinati in un olio multi-perfezionatore bifasico, che agisce durante la notte. La sua promessa? Farti sentire orgogliosa della tua pelle nuda in una sola notte! • DOPO LA PRIMA NOTTE: La tua pelle è liscia, i

Haute Concrete di Sabrina Persechino ad AltaRoma AltaModa



Sfila al Maxxi – Museo delle arti del XXI secolo di Roma, la stilista Sabrina Persechino, un background ed una formazione da architetto "prestato alla moda". E non a caso i venticinque capi presentati sono ispirati ai grandi dell'architettura contemporanea : da Zaha Hadid a Jean Nouvel e Renzo Piano. "LA MODA È UN'ARTE CHE GENERA EMOZIONI, FATTA DI TESSUTI, TEXTURE, MATERIALI, FINITURE, TAGLI, CUCITURE, SAPIENTI MANIFATTURE. PROGETTO UN ABITO COME FACCIO PER UN EDIFICIO: PIANTE, PROSPETTI, SEZIONI, PROPORZIONI, TAGLI, LUCI E OMBRE CHE AVVOLGONO LA FIGURA UMANA." dichiara la stilista. E quasi sembra risponderle di rimando, Renzo Piano quando afferma che: "L'architettura è un'arte. Usa tecniche per generare emozioni e lo fa con il proprio linguaggio fatto di spazio, proporzioni, luce e materiale. Per un architetto la materia è come il suono per un musicista o le parole per un poeta."



Fatto sta che dall'incontro diretto con i tre architetti, nasce la nuova collezione Haute Concrete, il cui nome si riferisce al legame simbiotico tra i materiali che, aggregati, compongono gli abiti, intesi come struttura. Haute Concrete, perché la miscela, fatta principalmente di sete e metalli, imita il processo di preparazione del calcestruzzo armato, conglomerato artificiale costituito da una miscela di legante, acqua e aggregati (sabbia e ghiaia) gettato in casseforme di legno con anime di ferro. di S.C.

Commenti