• In evidenza •

Halloween 2021: i make-up più iconici a cui ispirarsi quest'anno

  (Beauty)Trick or Treat? Si avvicina la notte più terrificante dell'anno, occorre sguinzagliare la fantasia! ____________________ Una sola cosa è certa: seppur non sia una festività tipicamente italiana, la notte di Halloween è uno tra gli eventi più attesi dell'anno e non ha decisamente faticato ad entrare nei nostri cuori sin da quando, da bambini, non siamo venuti a conoscenza della sua esistenza, di un'occasione con un non so che di magico dove potersi travestire da mostriciattoli irriconoscibili e scorazzare in giro con gli amichetti a fare baldoria. Quanto ci si diverte poi ad intagliare le zucche, dando loro buffe espressioni, come  manifestazione della propria creatività? Per non parlare poi di tutti quei dolcetti -pare proprio che ogni occasione sia buona per mangiare-. Se non altro, la festa di Halloween è una ferma scusante per avvicinarci a quel mondo sinistro ed oscuro il quale rifuggiamo ma che al contempo, è innegabile, ci attira terribilmente. Ebbene, essa

Parigi Moda Donna primavera estate 2014: romanticismo dal piglio contemporaneo

Le passerelle parigine mettono il punto alle manifestazioni internazionali dedicate alle collezioni di moda donna per la P/E 2014, regalando un lieto fine degno della più bella favola contemporanea. Perché se è vero che la moda, oltre ad essere una voce importante dell'economia, è anche sogno allora per quel breve arco di tempo quanto dura una sfilata, lasciamoci conquistare da suggestioni ed atmosfere degne di una fiaba. Fa da apripista in questa direzione Raf Simons, direttore creativo di Christian Dior, facendo sfilare nella suggestiva cornice del parco del Museo Rodin, moderne principesse in abiti che appaiono come una sintesi perfetta di innovazione e tradizione. Perché per conquistare clientela internazionale e nuovi mercati, occorre una marcia in più: da Kenzo è data dalla stampa marina che conquista completi ed abiti ispirati al tema dell'acqua, in un'atmosfera vacanziera che ricorda la West Coast americana. Guarda invece all'Africa, l'italiano Riccardo Tisci al timone creativo della Maison Givenchy, in una personale rilettura che del continente nero prende i colori della terra, con cui tingere abiti scivolati alla caviglia accompagnati da sandali rasoterra. Il tocco "etno-moderno" dato dai giochi di tagli e sovrapposizioni di tessuti di diverso peso, anche la pelle, con cui disegnare una più contemporanea silhouette. E' invece sulle passerelle di Giambattista Valli ed Elie Saab che si fa largo un'eleganza dal gusto romantico: il designer romano ben la esprime con capospalla dalle linee arrotondate, gonne a godet, volumi mossi da una piega quale lezioso decoro. Per il libanese Elie Saab la prossima primavera estate avrà invece la leggerezza del tulle e del pizzo con cui scolpire body, abiti tutù o più fluidi che attingono all'universo della lingerie. Le linee pulite e dal gusto contemporaneo, addolcite da un trionfo di decori di petali di fiori e stampe nelle più delicate nuances della natura. 

Dior

Elie Saab

Givenchy

Givenchy
Kenzo

Commenti

Posta un commento