• In evidenza •

LIFESTYLE: "Candele...quale scegliere?"

  Le candele profumate sono davvero un must per l'inverno. Non solo oggetti di arredo e decoro, ma anche un toccasana per la mente e i pensieri. Scopri come scegliere quella giusta per te. Qualche  candela profumata  trasforma anche la casa più vuota in un ambiente accogliente e caldo. Ne esistono però tantissime, con tanti profumi ed effetti benefici diversi. Abbiamo selezionato le migliori e abbiamo scoperto che posizionarle in punti diversi della casa  aiuta la mente  sotto molti aspetti. Candela vaniglia e cannella Una dolce nota  zuccherata  nella nostra casa! Questa candela è l'epilogo perfetto per una giornata di corsa e ricca di impegni. Posizionatela  all'ingresso  o nei vani fra le stanze: il suo dolce profumo avvolgerà l'ambiente domestica in pochi minuti regalandovi una casa al sapore di dessert. Questa candela aiuta il  rilassamento dei pensieri  e fa tirare un gran sospiro di calma e pace una molte ore passate fuori casa. Il suo colore ambra la intona con

Collezione Moschino primavera estate 2014: la sfilata celebrativa dei 30 anni del marchio

L'occasione è di quelle uniche e speciali come la celebrazione dei 30 anni della Maison Moschino. Per rendere omaggio al suo fondatore Franco Moschino, l'attuale direttore creativo del marchio Rossella Jardini, riprende sulla passerella i temi cari allo stilista, quelli che maggiormente hanno influenzato la sua visione estetica resi attraverso un'ironica "messa in scena". Che vede protagoniste tra le altre, quattro modelle care allo stilista che esibiscono in apertura altrettante creazioni d'archivio: Pat Cleveland (abito bustier con mucca tricolore, autunno/inverno 85/86), Violeta Sanchez (cappotto orsetti, autunno/inverno 88/89), Amalia (abito bandiera, primavera/estate 90) e Giselle Zelany (abito spazzatura, primavera/estate 94).
Rossella Jardini con modelle in abiti d'archivio 

 Accade così che capi di ieri e di oggi giochino sulla doppia anima della donna contemporanea: "good girl" o "bad girl", buona o cattiva in definitiva. Differenti personalità dalla cameriera, alla biker, alla suora contribuiscono così a mettere l'accento su un dualismo anche creativo che alterna lo stile street all'attitudine bon-ton. Mettendo l'accento sui capi iconici del marchio: il chiodo a forma di cuore o punteggiato da borchie, i ricami di perle sugli abiti leggeri, le giacche in lana bouclé con maxi-zip e catene.
di S. C.



Commenti