• In evidenza •

MODA: "Prepariamoci per l'inverno con i Capispalla"

Nonostante le temperature calde di 30° a settembre...l'autunno è alle porte. Vista la stagione incerta, occorre attrezzarsi con i giusti capispalla, in base ai giorni. Non ci sono più le mezze stagioni, difatti si passa dal sentire caldo al sentire freddo. E' raro trovare lunghi periodi con un clima mite. Il vostro armadio ne risente e bisogna correre ai ripari. Di seguito troverete una selezione di capi dai più leggeri ai più pesanti, ricordandovi che l'autunno inizia il 21 Settembre e termina il 21 Dicembre! GIACCHETTO DI JEANS Iniziamo con un grande must-have, ovvero il giacchetto di jeans. Ideale per le belle giornate autunnali, capo versatile che si può indossare con una semplice t-shirt oppure optare per un dolcevita leggero. Di gran moda le giacche con inserti in felpa o tessuto a fantasia e applicazioni varie, dalle borchie alle paillettes! Ultimo appunto...meglio se dal taglio crop. BIKER Altro capo d'obbligo, che dovrebbe far parte di ogni guardaroba: il chiod

Collezione Moschino primavera estate 2014: la sfilata celebrativa dei 30 anni del marchio

L'occasione è di quelle uniche e speciali come la celebrazione dei 30 anni della Maison Moschino. Per rendere omaggio al suo fondatore Franco Moschino, l'attuale direttore creativo del marchio Rossella Jardini, riprende sulla passerella i temi cari allo stilista, quelli che maggiormente hanno influenzato la sua visione estetica resi attraverso un'ironica "messa in scena". Che vede protagoniste tra le altre, quattro modelle care allo stilista che esibiscono in apertura altrettante creazioni d'archivio: Pat Cleveland (abito bustier con mucca tricolore, autunno/inverno 85/86), Violeta Sanchez (cappotto orsetti, autunno/inverno 88/89), Amalia (abito bandiera, primavera/estate 90) e Giselle Zelany (abito spazzatura, primavera/estate 94).
Rossella Jardini con modelle in abiti d'archivio 

 Accade così che capi di ieri e di oggi giochino sulla doppia anima della donna contemporanea: "good girl" o "bad girl", buona o cattiva in definitiva. Differenti personalità dalla cameriera, alla biker, alla suora contribuiscono così a mettere l'accento su un dualismo anche creativo che alterna lo stile street all'attitudine bon-ton. Mettendo l'accento sui capi iconici del marchio: il chiodo a forma di cuore o punteggiato da borchie, i ricami di perle sugli abiti leggeri, le giacche in lana bouclé con maxi-zip e catene.
di S. C.



Commenti