• In evidenza •

BEAUTY: "Winter Beauty Secret - Come sopravvivere al freddo?"

  Per disciplinare il capello e ottenere una buona tenuta della  piega , anche quando le condizioni atmosferiche non giocano a nostro favore, l’importante è puntare su un taglio ben strutturato, che si può plasmare con le dita, senza dovere applicare troppi prodotti che minano la fluidità della chioma.  Non ci sono dubbi: il  periodo invernale  è decisamente stressante sia per la cute che per la  capigliatura . Per non parlare di punti fragili come le  labbra .  Freddo, umidità, vento, aria secca all’interno e bruschi sbalzi di temperatura sono aggressioni decise e continue che nella stagione invernale compromettono la barriera protettiva della pelle rendendola più fragile e facile a seccarsi e irritarsi. Servono quindi trattamenti da giorno più generosi di quelli che si usano nelle altre stagioni: balsami, creme e oli hanno una ricca componente lipidica che ripristina le naturali difese, protegge e restituisce comfort e morbidezza alla cute. Il beauty invernale dovrebbe essere diverso

WELLNESS: "Come tornare in forma dopo le Feste"



Le cene con gli amici, gli aperitivi succulenti con i colleghi, i pranzi per gli auguri in famiglia, i veglioni: le ultime due settimane dell’anno sono un vero attentato alla linea, perché l’apporto calorico di questo periodo si impenna pericolosamente. Gli esperti suggeriscono una formula di allenamento che comporta un consumo energetico importante ed è quindi adatta sia per consentirvi di evitare grandi sacrifici a tavola, sia per compensare qualche eccesso.



Tutte conoscete gli allenamenti denominati HIIT, acronimo di High Intensity Interval Training: si tratta di sessioni di lavoro a intervalli, con fasi ad alta intensità e fasi dal ritmo più blando. Gli studi hanno dimostrato infatti che la perdita di grasso corporeo è particolarmente favorita da un’alternanza di lavoro aerobico e lavoro anaerobico nello stesso workout e questo tipo di avvicendamento, che stimola potentemente il metabolismo, ha anche il merito di indurre l’organismo a bruciare un numero elevato di calorie anche diverse ore dopo la fine della seduta. 


L’importante, consigliano gli esperti, è che le fasi ad alta intensità siano condotte con una frequenza cardiaca pari all’80-90% della propria frequenza massimale (che si calcola sottraendo a 220 la propria età). Dotandovi di un cardiofrequenzimetro, sarà molto facile seguire queste linee-guida. Se puntate al risultato migliore, potete provare quello che forse è il più conosciuto fra gli allenamenti HIIT: il Tabata training, che prende il nome dal suo ideatore, uno scienziato giapponese vissuto negli anni Novanta. Nella seduta di Tabata si alternano 20 secondi di esercizio, eseguito alla vostra massima velocità possibile, e 10 secondi di pausa. Il tutto deve essere ripetuto per 7-8 volte. Con pochi minuti di impegno, la vostra gym può quindi diventare davvero efficace per bruciare i grassi.



Commenti