• In evidenza •

LIFESTYLE: "AUTUNNO 2019 - Must di Stagione"

Bentornato Autunno...ti stavamo aspettando con gioia o forse no???
Siamo ufficialmente entrati in una delle stagioni preferite di molte persone: l'Autunno! Se non fosse che nella maggior parte delle regioni italiane ci siano temperature estive di 23°-27°, bagnate da sporadici acquazzoni per poi tornare ad una caldo afoso. I giornali, la Tv e soprattutto il mondo del Web ci riempie di consigli su questa stagione, i colori caldi, maglioncini, giacche trendy...ma risulta impossibile con queste temperature. Molte persone vorrebbero essere come le tre ragazze in foto, invece si passa a sbalzi di temperature continui. La mattina fra "freschetto", dalle 10 in poi inizia il caldo, alle 16 sembra di stare a Giugno, alle 19 si abbassano le temperature, la sera serve il maglione. MA NON POSSIAMO FARCI TROVARE IMPREPARATE!!!!!!!! L'Autunno è dietro l'angolo, quindi scopriamo insieme i 3 capi Must di stagione per il 2019.

1) COLORI Colori predominanti ne abbiamo ben 3: Giallo sena…

SALUTE: "Mal di Testa? Attenzione al caffè"



Secondo uno studio americano, infatti, chi beve più di 3 tazzine di caffè al giorno, ha più possibilità di soffrire di un attacco di emicrania.
Chi soffre di emicrania episodica se beve 2 tazzine di caffè non ha problemi, ma se in un giorno consuma la quantità di caffeina presente in 3 tazzine ha molte possibilità di concludere la giornata con il mal di testa. Lo studio, effettuato dal Beth Israel Deaconess medical center di Boston (Usa) e da altri ospedali americani, ha anche dimostrato che lo stesso problema si ha se si consumano altre bevande che contengono caffeina.


La sostanza principale del caffè può aiutare anche a controllare i sintomi del mal di testa: tutto dipende dalla quantià, come dimostra lo studio, pubblicato sulla rivista scientifica “American journal of medicine”. L’indagine scientifica ha preso in considerazione 98 adulti con frequenti episodi di emicrania. Ai volonotari è stato chiesto di compilare un diario elettronico, dove dovevano scrivere l’ora e la quantità di alimenti contenenti caffeina che consumavano ogni giorno. Nell’elenco, oltre al caffè comparivano anche tè, alcune bibite gassate ed energy drink, inoltre dovevano essere segnati tutti gli attacchi di cefalea e i sintomi correlati.


Chi superava la dose delle tre “porzioni” di caffeina aveva più probabilità di soffrire nel giro di poco tempo di emicrania. Per gli scienziati, però, sono necessari ulteriori studi per confermare questo risultato, anche se è un passo importante per indagare il ruolo del caffè come fattore scatenante del mal di testa.


Chiara Del Vecchio

Commenti