• In evidenza •

AXP day 11: "Gioielli e Charms" PANDORA

PANDORA è la scelta di molte persone, soprattutto amiche e fidanzati. Charms e gioielli splendidi, originali e ad un costo non troppo elevato. Una piccola goccia di luce che risplende su di voi.

La prima opzione per un bel regalo è rappresentata dallo scintillante oro. Anello e Bracciale, set elegante e brillante. Proprio come il Natale dovrebbe essere! Prezzo Anello 119euro, prezzo Bracciale 169euro.

Scintille, questo sarà l'effetto di questi gioielli indossati da Voi. Ami allo stesso modo gli stili classici e quelli contemporanei? Scegli un paio di orecchini a cerchio sfavillanti che coniugano perfettamente il meglio di entrambi gli stili in modo giocoso e audace. Prezzo Orecchini 79euro. Per quanto riguarda l'anello, aggiungi al tuo stile la semplicità di linee moderne e raffinate indossando gioielli che coniugano design minimalista e un tocco di ispirazione vintage. Questo anello in Argento Sterling 925 decorato da pietre di zirconia cubica rinnova la classica forma chevron …

SALUTE: "Mal di Testa? Attenzione al caffè"



Secondo uno studio americano, infatti, chi beve più di 3 tazzine di caffè al giorno, ha più possibilità di soffrire di un attacco di emicrania.
Chi soffre di emicrania episodica se beve 2 tazzine di caffè non ha problemi, ma se in un giorno consuma la quantità di caffeina presente in 3 tazzine ha molte possibilità di concludere la giornata con il mal di testa. Lo studio, effettuato dal Beth Israel Deaconess medical center di Boston (Usa) e da altri ospedali americani, ha anche dimostrato che lo stesso problema si ha se si consumano altre bevande che contengono caffeina.


La sostanza principale del caffè può aiutare anche a controllare i sintomi del mal di testa: tutto dipende dalla quantià, come dimostra lo studio, pubblicato sulla rivista scientifica “American journal of medicine”. L’indagine scientifica ha preso in considerazione 98 adulti con frequenti episodi di emicrania. Ai volonotari è stato chiesto di compilare un diario elettronico, dove dovevano scrivere l’ora e la quantità di alimenti contenenti caffeina che consumavano ogni giorno. Nell’elenco, oltre al caffè comparivano anche tè, alcune bibite gassate ed energy drink, inoltre dovevano essere segnati tutti gli attacchi di cefalea e i sintomi correlati.


Chi superava la dose delle tre “porzioni” di caffeina aveva più probabilità di soffrire nel giro di poco tempo di emicrania. Per gli scienziati, però, sono necessari ulteriori studi per confermare questo risultato, anche se è un passo importante per indagare il ruolo del caffè come fattore scatenante del mal di testa.


Chiara Del Vecchio

Commenti