• In evidenza •

HAPPY POST: "Healthy Challenge"

Siete pronti per iniziare una sfida salutare? Dato il tempo libero che si ha a disposizione in momento, perchè non fare una sfida con se stessi e cercare di migliorarsi? Non vedetela esclusivamente come una "sfida", bensì come una cosa da fare ogni giorno per portare avanti l’anno in modo sano e attivo. Non si tratta solo di curare il corpo ma anche la mente.  Cosa di fondamentale importanza, non si tratta di una dieta, semplicemente uno stile di vita più salutare. Quindi se sei una persona sportiva o attenta alla linea, troverai la seguente challenge inutile. Questo articolo è una spinta per le persone pigre,  in sovrappeso o magre ma poco attive di natura. Il rapporto che abbiamo con il cibo condiziona la nostra vita, la nostra salute, il modo in cui ci rapportiamo con noi stessi e con gli altri. Il rapporto che abbiamo con il cibo ci può rendere persone libere o persone dipendenti. E di conseguenza la nostra alimentazione può influenzare vari aspetti della nostra vita, come l…

CORPO: "Pancia...strategie per il girovita"



Pochi centimetri nei punti critici come il girovita a volte sono sufficienti per appesantire tutta la figura.
Per rimodellare il profilo funzionano anche piccoli aggiustamenti nelle abitudini quotidiane...per avere la tanto desiderata forma del corpo a "Clessidra".


Le spugnature fredde (si fanno sotto la doccia con una manopola imbevuta di acqua gelata) aiutano a ricompattare i tessuti addominali che tendono a cedere sul ventre. Sui fianchi si può lavorare invece con più decisione con un massaggio circolare eseguito con un guanto di spugna ruvida: con i pori aperti dal calore e recettivi è il momento della crema snellente; però se si va di fretta soprattutto il mattino sono perfetti i pratici patch che centrano con precisione l’obiettivo, da applicare sulla pelle asciutta e lasciar agire otto ore.
Per combattere la pancetta è utile controllare come si sta sedute: rimanere a lungo con la schiena curva a livello lombare provoca una deviazione di un particolare muscolo, lo psoas, e fa sì che il grasso addominale, presente anche in chi è magro, si sposti verso l’esterno. Soluzione? Appoggiare bene la schiena alla sedia, tenere la testa alta, le spalle rilassate e di tanto in tanto verificare che non si ceda con la zona lombare. Attenzione anche a quando si cammina: se il bacino ruota in avanti fa sporgere la pancia. Bisogna abituarsi mentre si fanno i passi a “risucchiare” l’ombelico verso l’interno, un movimento che fa rientrare la pancia e per di più la tonifica.




Chiara Del Vecchio

Commenti