• In evidenza •

SKINCARE: "Karbonoir"

Il marchio sloveno Karbonoir è sinonimo di cosmetici naturali di altissima qualità, composti esclusivamente da ingredienti accuratamente selezionati. La base delle loro ricette è il carbone attivo derivato dai gusci di cocco puri e non trattati, finemente triturati. Poiché il carbone attivo è caricato negativamente, lega le molecole positive come veleni e gas, eliminandoli dal nostro corpo!
Saponetta Artigianale con Carbone Attivo e Olio di CoccoPulisce i pori della pelle e dona freschezza. Ideale per la pelle normale e grassa. Rimuove le impurità. Delicata ed efficace. Questo sapone con carbone attivo e olio di cocco è adatto alla pelle normale e grassa, che è più soggetta a macchie, punti neri e acne. Non ha alcuna influenza sul pH naturale della pelle ed è adatto a donne, uomini e bambini.

Carbone Attivo per lo Sbiancamento dei DentiLa formula naturale per l'igiene dentale. Il carbone attivo Karbonoir non contiene ingredienti sintetici ed è quindi un rimedio completamente natural…

CORPO: "Pancia...strategie per il girovita"



Pochi centimetri nei punti critici come il girovita a volte sono sufficienti per appesantire tutta la figura.
Per rimodellare il profilo funzionano anche piccoli aggiustamenti nelle abitudini quotidiane...per avere la tanto desiderata forma del corpo a "Clessidra".


Le spugnature fredde (si fanno sotto la doccia con una manopola imbevuta di acqua gelata) aiutano a ricompattare i tessuti addominali che tendono a cedere sul ventre. Sui fianchi si può lavorare invece con più decisione con un massaggio circolare eseguito con un guanto di spugna ruvida: con i pori aperti dal calore e recettivi è il momento della crema snellente; però se si va di fretta soprattutto il mattino sono perfetti i pratici patch che centrano con precisione l’obiettivo, da applicare sulla pelle asciutta e lasciar agire otto ore.
Per combattere la pancetta è utile controllare come si sta sedute: rimanere a lungo con la schiena curva a livello lombare provoca una deviazione di un particolare muscolo, lo psoas, e fa sì che il grasso addominale, presente anche in chi è magro, si sposti verso l’esterno. Soluzione? Appoggiare bene la schiena alla sedia, tenere la testa alta, le spalle rilassate e di tanto in tanto verificare che non si ceda con la zona lombare. Attenzione anche a quando si cammina: se il bacino ruota in avanti fa sporgere la pancia. Bisogna abituarsi mentre si fanno i passi a “risucchiare” l’ombelico verso l’interno, un movimento che fa rientrare la pancia e per di più la tonifica.




Chiara Del Vecchio

Commenti