• In evidenza •

LIFESTYLE: "Candele...quale scegliere?"

  Le candele profumate sono davvero un must per l'inverno. Non solo oggetti di arredo e decoro, ma anche un toccasana per la mente e i pensieri. Scopri come scegliere quella giusta per te. Qualche  candela profumata  trasforma anche la casa più vuota in un ambiente accogliente e caldo. Ne esistono però tantissime, con tanti profumi ed effetti benefici diversi. Abbiamo selezionato le migliori e abbiamo scoperto che posizionarle in punti diversi della casa  aiuta la mente  sotto molti aspetti. Candela vaniglia e cannella Una dolce nota  zuccherata  nella nostra casa! Questa candela è l'epilogo perfetto per una giornata di corsa e ricca di impegni. Posizionatela  all'ingresso  o nei vani fra le stanze: il suo dolce profumo avvolgerà l'ambiente domestica in pochi minuti regalandovi una casa al sapore di dessert. Questa candela aiuta il  rilassamento dei pensieri  e fa tirare un gran sospiro di calma e pace una molte ore passate fuori casa. Il suo colore ambra la intona con

8 segnali che indicano che sei infelice


Spesso nonostante le cose vadano bene c'è sempre qualche pensiero che ci affligge e ci induce a pensare che vi sia qualcosa di brutto che potrebbe rovinarle, altre volte i pensieri negativi sono prevalenti rispetto a quelli positivi e finiscono per rubarci la tranquillità e l'allegria. Questi potrebbero essere segnali che indicano che siamo fortemente infelici. 
Spesso le cause possono rinvenirsi in esperienze stressanti o altamente disfunzionali dell'infanzia. La mente ricrea il più delle volte ciò che le è familiare, paradossalmente può accadere che alcune persone siano felici di essere infelici. 
Questa personalità dipendente dall'infelicità si può manifestare in vari modi. Vediamone alcuni: 

1. Trovi il lato negativo e ti senti insoddisfatto in situazioni ed esperienze che normalmente vengono considerate gradevoli. 

2. Sei affezionato al tuo ruolo di vittima e sei solito incolpare gli altri piuttosto che assumerti le responsabilità delle tue decisioni. 

3. Fai continui paragoni con amici e colleghi su chi abbia il lavoro più difficile per poterti così lamentare di quanto la vita sia ingiusta con te. 

4. Ti boicotti nel raggiungimento dei tuoi scopi o quando li raggiungi non godi dell'esito perché pensi di non meritarlo. 

5. Ti deprimi quando le cose non vanno come vorresti invece di cogliere quell'insuccesso come un opportunità di miglioramento e apprendimento. 

6. Scappi dai problemi o cerchi l'evasione nel consumo di droga, sesso, cibo o in altri comportamenti compulsivi. 

7. Hai smesso di dare importanza alle tue necessità basiche, come una dieta salutare, esercizio fisico regolare o un riposo di qualità. 

8. Tendi a mantenere relazioni insoddisfacenti, dipendenti o drammatiche. 

L'insicurezza profondamente radicata e la mancanza di autostima sono spesso cause di infelicità. Tuttavia imparare a vivere in modo più positivo è possibile, l'infelicità non deve diventare una sorta di malattia terminale nella nostra vita. Con il giusto atteggiamento e ammettendo e dando il giusto peso a questi segnali si può fare un'importante passo nel raggiungimento della felicità come nuovo stile di vita. 

Valentina Servino

Commenti