• In evidenza •

SALUTE: "Proteggi il tuo Stomaco"

Due italiani su tre soffrono abitualmente di uno o più disturbi gastrointestinali come mal di pancia,reflusso gastroesofageo, stipsi o meteorismo e, non a caso, questi disturbi si accentuano nei periodi in cui ci sono occasioni conviviali come le feste comandate ma anche cene e aperitivi rinforzati con gli amici. Ma come evitare di stare male, continuando a mangiare normalmente o eccedere e concedersi qualche eccesso?
No ai digiuni pre-abbuffate. Non pensate che digiunare prima di un pranzo importante o di una cena speciale sia il modo migliore per arrivare leggeri e non pesare su stomaco e intestino. A causa del digiuno forzato, soffrirete più la fame arrivando ad abbuffarvi di più. Preferite un pasto leggero ma saziante, come un minestrone di verdure con riso o un piatto di pasta e fagioli. Assaggiate di tutto. A tavola, porzioni minime vi consentiranno di non rinunciare a nessuna portata. Non privatevi MAI di nulla. Dopo pranzo o cena, evitate la sigaretta “digestiva” ,il fumo è resp…

Come mantenere l'abbronzatura dopo l'estate

Le vacanze volgono al termine e molti sono già tornati al lavoro ma se vuoi che l'estate prosegua, almeno sulla pelle, ti sveliamo alcuni semplici gesti quotidiani che ti permetteranno di mantenere l'abbronzatura più a lungo.

La parola d'ordine è Idratazione. Non dimenticare di spalmare un bel pò di crema idratante dopo ogni doccia e se la pelle è molto secca non esitare a passarla più volte al giorno. Perfette le creme a base di vitamina E e aloe ma anche il doposole avanzato dalla vacanza: oltre ad avero lo stesso effetto delle creme idratanti, contengono sostanze particolarmente nutrienti e rinfrescanti.
Una pelle idratata si ottiene anche a tavola dove frutta e verdura non devono mai mancare. Esse infatti combattono l'azione dei radicali liberi e quindi l'invecchiamento cellulare mentre cibi come agrumi, kiwi, peperoni e cavolfiore sono ricchi di Vitamina C. Noci e mandorle, invece, sono  fonte di minerali come selenio e zinco, dall'azione antiossidante. Inoltre cerca di bere almeno due litri di acqua al giorno.
Per mantenere più a lungo la tintarella, preferisci la doccia al bagno poichè immergersi nell'acqua tiepida
favorisce il distacco delle cellule superficiali della pelle col rischio di ritrovarsi a chiazze. Sotto la doccia poi non usare detergenti troppo aggressivi ma scegli quelli specifici per pelli abbronzate che di solito sono a base oleosa: risultano più. delicati e non seccano l'epidermide. In ogni caso, sempre meglio detergenti delicati con un pH compreso fra 4,5 e 5,5. Da evitare quelli contenenti sodium lauryl sulfate e sodium laureth sulfate che possono irritare la pelle
E dopo la doccia asciugati con tessuti morbidi ed evita lo sfregamento eccessivo che potrebbe irritare la pelle e rimuoverne lo strato superficiale. Per la depilazione meglio evitare la ceretta che, sollevando gli strati più esterni della pelle, potrebbe togliere l'abbronzatura. 


FENIA DI PIETRO

Commenti

Posta un commento