• In evidenza •

HAIR: "Red Wine" Capelli

Il mondo dell’enologia è stato scomodato per dare vita a una palette di rossi violacei ricchi e con una punta di prugna per rinnovare il look autunnale. Più il colore si avvicina a quello di un bicchiere di vino rosso, più si è sulla strada giusta. Sono bellissimi i capelli red wine che si colorano delle sfumature del vino rosso. Sta bene sia alle bionde che alle brune, da scegliere la giusta tonalità anche in base alla vostra carnagione. Naturalmente sulle rosse risulterà ancora di più brillante ed intenso il colore. Ad esempio per le pelli chiare sì a sfumature con riflessi bordeaux e rossastri. Se cercate qualcosa di più particolare dai toni violacei, da scegliere la frizzante tonalità ispirata ad un calice di Merlot fresco. Da non dimenticare anche i capelli color marsala, eletto colore pantone 2015 che ha tinto moltissime chiome. Perché dunque non portare questa nuance alla ribalta anche in queste fredde stagioni ispirandosi a questo vino liquoroso di un rosso intenso e corposo c

Lifting o botox: come scegliere?


Se state pensando ad un intervento estetico per togliervi qualche anno dal viso, dovete valutare bene quale trattamento fa più al caso vostro. La scelta fondamentale è quella tra chirurgia e medicina estetica ovvero tra lifting tradizionale e tecniche non chirurgiche. 


Il primo metodo, benché sia il più efficace, è un'operazione chirurgica a tutti gli effetti che necessita di una convalescenza post-operatoria; le tecniche mini invasive invece sono quelle che richiedono l'utilizzo di botulino e acido ialuronico.
Secondo quanto suggerito dall'Aicpe (Associazione italiana di chirurgia plastica estetica) per capire quale intervento preferire, è necessario porsi alcune domande ed avere una visione chiara di ciò che si andrà ad affrontare.
Innanzitutto, quale risultato si vuole ottenere? Per un viso più giovane non basta eccedere con il botox perchè spesso la pelle tende a gonfiare eccessivamente dando un risultato artificiale. E' importante riuscire a riposizionare i tessuti a livello profondo, per ottenere risultati più naturali e ciò è possibile solo con il lifting. Quest'ultimo inoltre dona un risultato che dura per molti anni senza necessità di rivolgersi periodicamente al chirurgo plastico. Se però il bisturi vi spaventa potete arginare i segni del tempo con le tecniche mini-invasive che però richiedono un intervento periodico che diventerà sempre più frequente col passare degli anni. 


Altra differenza importante tra le due soluzioni antinvecchiamento è la convalescenza: se non ci si può "permettere" un periodo di assenza  dal lavoro, meglio optare per soluzioni non chirurgiche come botulino o acido ialuronico.
Differente poi è il costo dei due trattamenti. Un intervento di chirurgia plastica ha prezzi più alti rispetto alla medicina estetica ma a differenza di quest'ultima non necessita di "ritocchi". Le cosiddette 'punturine' di botulino e acido ialuronico o i trattamenti mini-invasivi hanno risultati limitati nel tempo e si dovrà ricorrere ad essi più volte nel corso degli anni con una spesa, sì ridotta rispetto al lifting, ma continua e ripetuta nel tempo. Sarà per questo che alla fine dopo anni di medicina estetica si sceglie comunque il lifting?


FENIA DI PIETRO

Commenti