• In evidenza •

HAIR: "Red Wine" Capelli

Il mondo dell’enologia è stato scomodato per dare vita a una palette di rossi violacei ricchi e con una punta di prugna per rinnovare il look autunnale. Più il colore si avvicina a quello di un bicchiere di vino rosso, più si è sulla strada giusta. Sono bellissimi i capelli red wine che si colorano delle sfumature del vino rosso. Sta bene sia alle bionde che alle brune, da scegliere la giusta tonalità anche in base alla vostra carnagione. Naturalmente sulle rosse risulterà ancora di più brillante ed intenso il colore. Ad esempio per le pelli chiare sì a sfumature con riflessi bordeaux e rossastri. Se cercate qualcosa di più particolare dai toni violacei, da scegliere la frizzante tonalità ispirata ad un calice di Merlot fresco. Da non dimenticare anche i capelli color marsala, eletto colore pantone 2015 che ha tinto moltissime chiome. Perché dunque non portare questa nuance alla ribalta anche in queste fredde stagioni ispirandosi a questo vino liquoroso di un rosso intenso e corposo c

Come preparare la pelle del viso al sole


L'estate e il momento di esporsi al sole per ottenere una tintarella invidiabile è ormai arrivato. Ma prima di dedicarsi all'abbronzatura è necessario osservare alcuni accorgimenti così da evitare danni futuri che potrebbero essere irreparabili. 


Infatti, benchè il sole produca diversi benefici, in certi casi può anche diventare pericoloso. Il sole, oltre a rendere la nostra pelle dorata, stimola la sintesi della vitamina D, accentua il tono fisico e muscolare, migliora l’umore e attenua i dolori muscolari. Al tempo stesso, l'esposizione ai raggi solari, soprattutto in primavera, potrebbe provocare dei traumi alla pelle che, dopo l'inverno, è particolarmente vulnerabile. E il pericolo non è solo per chi prende il sole in montagna o al mare ma anche per chi resta in città dove l’esposizione, essendo involontaria, non prevede alcuna protezione. Inoltre lo smog amplifica il danno solare, provocando la comparsa di irritazioni, eritemi e scottature.
Quindi la prima cosa da fare è sfruttare i giorni precedenti all'arrivo dell'estate per preparare la pelle, soprattutto del viso. Sarebbe bene iniziare ad usare filtri solari già dalle prime giornate calde di aprile e  optare per creme sia idratanti che protettive e cosmetici contenenti polipeptidi, fattori che svolgono un’azione
antinfiammatoria e di ristrutturazione dei danni solari.
Un altro accorgimento è quello è di detergere sempre la pelle in modo profondo così da eliminare le sostanze inquinanti della città. Un rimedio a tale problema è l'uso di prodotti che contengono ingredienti capaci di catturare le particelle di smog. Come la zeolite, un minerale che funziona come una microspugna naturale in grado di asportare i metalli pesanti che, infiltratisi nella pelle, peggiorano il danno solare.
Come in tutte le cose, un risultato finale impeccabile è frutto di un progetto ben pianificato. Quindi prima di esporvi al sole ricordatevi anche del vostro viso perchè meglio una pelle candida e liscia che un viso abbronzato ma segnato da rughe e macchie.


FENIA DI PIETRO

Commenti