• In evidenza •

HAIR: "Linee guida per Capelli danneggiati, secchi e tinti"

I tuoi capelli sono naturalmente secchi o vittime di aggressioni esterne? Sono opachi e indisciplinati? Prova una routine lenitiva per nutrire profondamente i tuoi capelli e renderli morbidi e setosi. Se hai un cuoio capelluto sensibile e usi trattamenti chimici o di styling, hai bisogno di una routine rilassante che ripari a fondo la tua chioma!  Le doppie punte o i capelli fragili capitano a tutti, specialmente se sono colorati o decolorati! Colpa delle spazzolature troppo energiche e di un'asciugatura troppo aggressiva. Scegli prodotti studiati appositamente per recuperare e mantenere la brillantezza del capello e per ripristinare la morbidezza perduta! Esalta il tuo colore e i suoi riflessi, prova la nostra selezione di prodotti. Sbarazzati delle impurità senza utilizzare prodotti troppo aggressivi per i tuoi capelli! Prediligi shampoo con formule idratanti e non aggressive che puliscono e condizionano i capelli danneggiati.  Scegli trattamenti che riparano e rinforzano i tuoi

Idee fai da te: come riciclare vecchi capi

In tempi di ristrettezze economiche per rispondere alla crisi è indispensabile aguzzare l’ingegno a partire dal proprio look. Riciclare i capi vecchi può essere un buon metodo per essere propositivi contro i tempi di austerità economica, al passo con le tendenze più recenti della moda che vedono sempre più spesso la presentazioni di creazioni nate da una filosofia ecosostenibile che punta sul riciclaggio e sull’uso di materie che non vadano a pesare sull’ambiente. Ogni capo che si deposita nell’armadio si presta ad essere riciclato in veste nuova subendo una piccola metamorfosi creativa adoperando elementi fashion e tagli moderni. Tra i capi di abbigliamento che si prestano maggiormente ad essere riproposti in nuove declinazioni ci sono i jeans che possono essere tagliati nella versione di un succinto short stracciato o di un pinocchietto con risvolto da poter proporre con effetto used. Dai vecchi pantaloni in denim possono essere ricavate anche delle borse shopper oppure delle tracolle a cui si possono aggiungere borchiette, spille, inserti in pizzo oppure altre stoffe print attraverso la tecnica patchwork.



Anche le camice si prestano a subire un revival oppure a trasformarsi in altri capi da una camicia con maniche lunghe si può ricavare un modello a giromaniche oppure in un pratico e moderno grembiule da cucina. Inoltre dai colli delle vecchie camicie si possono ottenere dei colletti da poter poi impreziosire con pietre colorate, borchie, strass e bottoni convertendoli in stilosi accessori. Dai vecchi maglioni di lana si possono ricavare dei morbidi guanti senza dite da indossare nelle fredde giornate dei mesi invernali, mentre dalle vecchie gonne lunghe si possono ricavare delle sciarpe. 


Le vecchie t-shirt o canottiere lunghe possono essere tagliate in tante piccole striscioline creando delle frange da poter anche annodare dando forma ad un capo dal sapore etnico. Sulle magliette in tinta unita si possono disegnare cuori, stelle, farfalle utilizzando delle tinture indelebili specifiche per tessuti oppure si possono applicare dei dettagli in rilievo. 


Commenti