• In evidenza •

Acne da mascherina : come gestirla e combatterla

  La guida pratica su come curare questo fastidioso inestetismo in attesa di tornare a sorriso scoperto Ormai tanto diffusa da aver acquisito un nome proprio : maskne , una fantasiosa  fusione tra la già fastidiosa e purtroppo conosciutissima acne e il termine mask (mascherina in lingua inglese)  . Come ben sappiamo negli ultimi due anni quest’ultima è stata inevitabile compagna di uscite al fine di proteggere noi stessi e gli altri , ma tra le altre cose non sono mancati sgradevoli effetti collaterali quali appunto la comparsa di segni , rossori , dermatiti e soprattutto brufoli localizzati nella zona da essa nascosta . L’ acne da mascherina si distingue dalla classica acne principalmente appunto per la sua collocazione , che interessa in particolare modo l’area delle guance e  del mento ( in rari casi del naso e contorno labbra ) , le quali risultano sacrificate dal presentarsi di piccoli brufoletti biancastri apparentemente più in superficie rispetto alla seconda. Essa può riguard

Soluzioni fai-da-te contro i capelli crespi

I capelli sono un punto di forza importante per ogni donna; incorniciano il volto e rendono sofisticato e curato qualunque look. Per questo motivo è importante prendersi molta cura di loro perchè dei capelli rovinati possono rendere sciatto ogni outfit. 
Il problema che accomuna molte donne in tema di capelli è il crespo. 

Se anche voi avete capelli come paglia che non tengono la piega, forse è perchè commettete degli errori nel corso della vostra hairbeauty routine.
Innanzitutto i lavaggi. Usare troppo shampoo o lavarli troppo spesso a differenza di quanto si possa pensare, tende ad increspare la vostra chioma. La cosa migliore è lavarli ogni 2 giorni, se sono fini, e ogni 3-4 giorni se invece avete capelli più spessi e diluire lo shampoo al momento di usarlo. Ma attenzione! Non diluitelo una volta per tutte perchè rischiereste di far sedimentarsi nel fondo della bottiglia i principi attivi che perderebbero la loro efficacia.
Tenete conto anche dei componenti dello shampoo elencati nell'INCI (lista degli ingredienti): preferite prodotti senza SLS (sodio lauriletere solfato) perchè, benchè sia un detergente efficace, può lasciare i capelli secchi e crespi.



E dopo lo shampoo non dimenticate il balsamo. Definito anche "conditioner", la sua funzione è quella di "condizionare" la fibra capillare, disciplinandola e/o lisciandola. Preferite texture morbide e cremose lasciatelo in posa per almeno cinque minuti.
Terminato il lavaggio non strofinate i capelli con un asciugamano perchè rischiate di arruffare la cuticola. Anche avvolgere il telo in testa come un turbante e lasciarlo in posa per parecchi minuti, rende i capelli crespi perchè l'asciugamano trattiene l'umidità. La soluzione è di tamponare delicatamente l'asciugamano e poi passare al phon. Ma se proprio non riuscite a rinunciare al turbante, usate i  nuovi teli in microfibra specifici contro i capelli crespi, facilmente reperibili nei nei negozi per parrucchieri ma anche nella grande distribuzione.


FENIA DI PIETRO

Commenti