Maschere fai-da-te per capelli secchi e sfibrati



I vostri capelli non ce la fanno più di phon e piastra? Sono crespi e sfibrati? Pioggia e vento hanno reso la vostra chioma come quella di uno spaventapasseri? Se volete risolvere i vostri problemi senza spendere un patrimonio, potete provare una delle due maschere che vi proponiamo, pensate apposta per ogni tipo di capello...anche per il vostro!

La prima ricetta che vi proponiamo serve a migliorare i vostri capelli sfibrati e privi di luce dandogli una super 
idratazione: è la maschera allo Yogurt.
Ciò che vi occorre  è olio extra vergine d’oliva, yogurt bianco e miele, tre ingredienti naturali che anche presi singolarmente sono molto idratanti. 
Per la preparazione dovete prendere tre parti uguali di ogni ingrediente, mescolarli insieme fino a creare un composto omogeneo. Applicate poi la miscela ottenuta direttamente sui capelli bagnati avvolgendoli con un po’ di carta d’alluminio e lasciate riposare l’impacco per circa 15 minuti.
Trascorso il tempo di posa risciaquate e lavate i capelli con uno shampo dolce ed un balsamo. Il risultato? Capelli morbidi e idratati.




Se invece il vostro problema sono i capelli crespi, per averli lucenti e sempre in ordine, mettete da parte
phon e piastra e coccolatevi con una maschera di bellezza fai da te.
Gli ingredienti che vi servono sono: 

- 50 gr di yogurt bianco
- 2 cucchiaini di miele
- 1 limone
- Il vostro profumo preferito

Procedete in questo modo: spremete il succo del limone, aggiungeteci il miele e lo yogurt. Mescolate vigorosamente e per addolcire la profumazione, versate nel composto alcune gocce del vostro profumo preferito. La crema così ottenuta andrà poi riposta in frigo e lasciata raffreddare. Dopo aver lavato i capelli applicate l’impacco sui capelli pettinandoli con le punte delle dita. 
Lasciate agire per circa 10 minuti e poi sciacquate: i vostri capelli saranno morbidi e setosi.


FENIA DI PIETRO

Commenti

  1. devo provare a farla sui i miei capelli un bacio e buon lunedì!!!

    RispondiElimina

Posta un commento