• In evidenza •

Beauty News dal fronte Mulac Cosmetics: Eye,Bro!

  Sei più per sopracciglia Bold, naturali ma selvagge o ami l'effetto super definito, come un tattoo? Con la nuova uscita Mulac Cosmetics il risultato è comunque "Brows on Fleek" __________________________________ In un'era beauty dove le sopracciglia rade, filiformi e ultra grafiche sono -grazie al cielo- uno sbiadito e lontano, lontanissimo ricordo, il dubbio amletico è microblading o non microblading? Per i meno aggiornati il microblading non è altro che un tatuaggio cosmetico , appartenente alla disciplina estetica del trucco semipermanente  che garantisce un risultato assolutamente naturale, rifacendosi all'aspetto "pelo per pelo" delle sopracciglia. Ciò è come potrete immaginare un grande vantaggio per chi non gode dalla nascita di un'arcata particolarmente rigogliosa, così come per chi ama definirla meglio tramite il make-up, permettendo quindi di risparmiare un quantitativo di tempo non da sottovalutare. Quel che è certo è che le sopracciglia

Quella mania del lavarsi sempre le mani: il disturbo ossessivo-compulsivo

Se continuate a lavarvi le mani cedendo a quello che si definisce un impulso “irrefrenabile” potrebbe costituire un sintomo del disturbo ossessivo-compulsivo, un quadro clinico caratterizzato dalla presenza di pensieri, immagini o impulsi ricorrenti (le cosiddette “ossessioni”) che generano allarme o paura e che costringono la persona a mettere in atto comportamenti ripetitivi o azioni mentali (le “compulsioni”) al fine di ridurre l’ansia indotta dalle ossessioni. Esistono diverse tipologie di disturbo ossessivo- compulsivo, in funzione del contenuto delle ossessioni e dei rituali che vengono messi in atto. Nella tipologia di “contaminazione” le persone affette da questo disturbo si preoccupano eccessivamente dello sporco e dei germi, temendo improbabili contagi o contaminazioni. Per questo motivo, una volta entrati in contatto con sostanze ritenute contaminanti, mettono in atto una serie di rituali di lavaggio, pulizia o disinfezione mirati a ridurre la possibilità di contagio. Rivolgersi a uno psicologo potrebbe consentirvi di accertare l’effettiva presenza di questo disturbo. Intraprendere una terapia (la terapia cognitivo-comportamentale costituisce il trattamento psicoterapeutico di elezione per la cura del disturbo) vi consentirebbe di ridurre gradualmente i rituali di lavaggio e di riprendere a dedicarvi a quelle attività cui avete rinunciato o ridotto in numero per l’imbarazzo o nel tentativo di evitare situazioni e stimoli potenzialmente “contaminanti”. Fate molta attenzione ai comportamenti che vi abbiamo appena descritto, un parente o un vostro amico caro potrebbe essere affetto da questo disturbo. Come in molte patologie mediche anche qui la diagnosi precoce è di fondamentale importanza per curare al meglio e più efficacemente il disturbo. 

Commenti