• In evidenza •

JIMMY CHOO: "Novità Primavera 2019"

Chi ha detto che Jimmy Choo è un brand che crea esclusivamente scarpe? Lasciatevi tentare dalle creazioni firmate JC.
Jimmy Choo è un ottimo brand e soprattutto un buon investimento sulla vita...delle vostre scarpe e borse. Difatti le sue calzature sono rinomate nel campo della moda. In particolare sono l'oggetto del desiderio del 90% delle Spose💍 Immaginate le spose versione Gollum del film "Il Signore degli anelli"...il mio tesssoooro!!!
Nel sito ufficiale https://row.jimmychoo.com/en/home c'è addirittura una sezione interamente dedicata alle future spose, che bramano e soprattutto ESIGONO...un paio di JC per il giorno più importante della loro vita. E nessuno può contraddire una sposa.
Nella categoria "BRIDAL BOUTIQUE", si possono trovare le scarpe per la sposa, pochette, scarpe per la madre della sposa e damigelle. 
E qui arriva il bello. Tu sposina felice hai messo nel carrello online il tuo bel paio di Jimmy Choo da sposa...e poi ti cade l'occhio sul…

Kate Upton sulla cover di Vanity Fair per celebrare il 100esimo anno della rivista


In Italia, Vanity Fair ha appena festeggiato i suoi 10 anni, ma negli USA quest'anno sono 100 le candeline da spegnere per la celebre rivista. Vanity Fair festeggia l'ambito traguardo mostrando sulla  copertina di Ottobre la giovane modella Kate Upton. 
La bellissima modella Kate, eletta top per l'anno 2013, regge in una mano una torta con una candellina accesa, indossa un body di raso avorio che mette in risalto il suo generoso decollete. Capelli biondi con morbidi boccoli lasciati cadere sulle spalle, rossetto rosso, sguardo intenso e due preziosi orecchini di diamanti ai lobi. La provocante Kate celebra il primo secolo della rivista  e ammalia tutti, ricordando per un giorno l'icona di bellezza e sensualità Marilyn Monroe. 
"In un'epoca dove nulla sembra durare, non certo le convinzioni e perfino le citta', un centenario come quello di Vanity Fair fa meravigliare del semplice concetto della longevita'", ha commentato il direttore della rivista Graydon Carter: "I magazine hanno ossa, gli immutabili elementi che danno struttura alla creativita'. Oggi Vanity Fair e' diversa da come era allora, ma sono certo che se il suo primo direttore Frank Crowninshield potesse vedere questo numero ci troverebbe un Dna comune. Saprebbe subito quel che ha per le mani".

Altre news di moda qui.

Commenti