• In evidenza •

BEAUTY: "Decluttering Trucchi e Pennelli"

Anche i prodotti di bellezza hanno bisogno di una revisione, con una certa frequenza, per altro. Per non rischiare problemi alla pelle!


Sistemiamo cassetti e scrivanie, armadi e persino solai. E il beauty case? Non dimentichiamolo! Con il disordine si perde tempo alla ricerca di quello non si trova oppure che non funziona come dovrebbe. Ma è importante tenere ordine anche per una questione di sicurezza dal momento che prodotti scaduti, lasciati aperti da tempo o mal conservati possono essere veicolo di batteri che passando sulla pelle finiscono per creare una serie di fastidiosi problemi.
MAKEUP


Fare decluttering vuole dire innanzitutto buttare tutto quanto è rotto, non si usa, non piace nel colore, non soddisfa, dà fastidio quando lo si applica. E la lista in questo senso potrebbe essere lunghissima. Di quello che si tiene va controllata la data di scadenza che è presente per legge sui prodotti che hanno una durata inferiore ai trenta mesi. Per tutti gli altri il riferimento è il PAO, il …

Profumo Chanel n.5 mito intramontabile









 Solo alcuni profumi rubano il cuore, passano attraverso l’ olfatto per arrivare sino al cervello per non essere mai più dimenticati, Chanel n °5 è una tra questi. Una fragranza unica, seducente, che ha conquistato le donne di tutto il mondo. Non è un caso che abbia il primato di profumo più venduto. Questo profumo fu fortemente voluto da Coco Chanel nel 1921, era alla ricerca di qualcosa che rappresentasse il suo spirito libero e che le ricordasse il suo amore, Arthur Copel, morto in un tragico incidente stradale; da qui l’appellativo di Eterno. Mademoiselle Chanel assunse il chimico Ernest Beaux, quest ultimo mescolò ottanta ingredienti diversi tra cui l’essenza di gelsomino e altre essenze sintetiche, nessun altro lo fece prima di allora. L’intento era di creare una fraganza unica, mai sentita e che durasse molto di più rispetto agli altri profumi in commercio. Mai esperimento ebbe miglior riuscita! Coco Chanel seppe tradurre l’eccitazione dell’epoca con un profumo irripetibile e ispirato ai movimenti artistici come il cubismo, il dadaismo e il surrealismo. Il profumo era speciale, uguale solo a sè stesso. Sia il flacone che il nome sono molto minimalisti, infatti il numero cinque sta a significare la cifra fortunata di Gabrielle Chanel, mentre la semplicità della boccetta rappresenta la volontà di far focalizzare l’attenzione sulla fragranza piuttosto che sulla confenzione. 
Dal 5 Maggio al 5 Giugno, l’iconico Chanel n°5 è protagonista di un evento unico, una mostra al Palais de Tokyo, Parigi. La città è in fermento per questo avvenimento, fatto di opere d’arte, fotografie, film, manifesti che ripercorrono le tappe del successo della celebre fragranza. La mostra è organizzata da Jean-Louis Froment, famoso direttore artisico e critico d’arte. A distanza di molti anni, Chanel n.5 conserva il suo fascino mitico e regala momenti unici a milioni di donne.

Oriana Orefice

Commenti

  1. il mio profumo preferito!

    xx

    Laura

    http://www.pursesandi.net

    RispondiElimina
  2. non amo molto questa fragranza, ma il brand si^^

    RispondiElimina
  3. a me piace moltissimo, del resto, per citare la mitica creatrice "la donna deve sapere di donna e non di rosa"....

    baci

    ♥ Margherita ♥

    Frivolezze Provinciali

    FACEBOOK PAGE

    RispondiElimina

Posta un commento