O.b l'assorbente interno da 60 anni: Sfatiamo i falsi miti per la libertà di noi donne


Quante volte avete camminato in spiaggia sotto il sole caldo di un'estate afosa, avvicinandovi al bagnasciuga avvolte in strati spessi di vestiti o indossando gli inseparabili pantaloncini. Magari ancora adolescenti avete sorpreso qualche ragazzetto curioso e ammiccante fissarvi con sorriso malizioso e beffardo, insinuante della vostra condizione che ignare palesamente mostravate nella maniera più esplicita possibile... Avevate il ciclo e per quanto vi sforzaste di non darlo a vedere, era sotto gli occhi di tutti. E sorrisetti a parte, eravate li sotto il sole chiedendovi perchè foste scese quel giorno e cercando vanamente di trovare un pò di refrigerio immergendo i vostri piedi nella acqua della riva. Ecco tutto questo per dire cosa? Mi scuserete forse per questo lungo preambolo. Di cosa parliamo oggi? Dell'oggetto del mistero, l'oggetto d'interesse e allo stesso tempo dei falsi miti, parliamo dell' assorbente interno, quello che avreste voluto avere quel giorno al mare ma che avete esitato ad utilizzare per i mille dubbi. So che alcune solo a sentire nominare questa parola sentiranno crescere per un attimo l'imbarazzo, la prevenzione, l'incertezza di mille domande che sorgono spontanee spesso dettate da disinformazione e dal pregiuzio e che dilagano specialmente tra le giovanissime che si affacciano da poco a questa realtà. Ore 10:00 di un caldo mattino di luglio: Clarissa si prepara ad andare al mare, il suo vestitino dal colore azzurro sgargiante, il suo buffo e puerile bikini e le sue infradito che mettono in mostra lo smalto acceso in tono con il resto della sua tenuta. Clarissa ha 13 anni e si prepara ad una normale mattinata di mare come è abituata a fare tutti i giorni... Ma si sbaglia! Quel giorno ha qualcosa di diverso dagli altri, per Clarissa c'è qualcosa di nuovo che l'aspetta al di là della porta del suo bagno dove si reca prima di scendere... Ebbene si! Clarissa fa un'interessante scoperta nell'ormai noto bagno di casa sua: "E' ,diciamo un pò stilisticamente e con parole un pò troppo all'antica per i miei gusti, divenuta donna..." Beh capirete bene che i piani della giovane Clarissa quel giorno cambiarono rapidamente, il sogno dell'infanzia, i colori sgargianti dell'estate di Clarissa si spensero e si infransero per un attimo lasciando posto a delle problematiche per lei decisamente più concrete. Possiamo immaginare cosa fece Clarissa in quella calda estate di luglio dei suoi 13 anni. Ma vediamo oggi Clarissa dopo 4 anni: Ha qualcosa di diverso, la bimba di allora ha fatto posto alla ragazza di oggi, ma una piccola ma allo stesso tempo grande giovane donna di 17 anni che si affaccia alla vita con maggiore maturità e consapevolezza, educata a valori, principi per cui tante donne hanno lottato negli anni addietro. Clarissa brama la sua libertà, la sua indipendenza e non si fa intrappolare da sciocchi sterotipi, ha alle spalle una famiglia moderna che le lascia vivere la sua vita come è giusto che sia. Clarissa agisce priva di ogni preclusione mentale e non esita ad utilizzare un assorbente interno qualora se ne presenti la necessità. Come immaginerete, Clarissa è il classico prototipo di ragazza che non sentirete mai dire: "Non posso usare l'assorbente perchè potrebbe disperdersi nel mio corpo oppure "Usare l'assorbente interno? Mai! Potrei perdere la verginità." Che dire? Se a molte di noi queste frasi fanno sorridere, per molte altre purtroppo rappresentano l'oggetto di dubbi e incertezze concrete che colpiscono tante ragazze, figlie magari di madri bigotte e represse o appartenenti a famiglie rigide e all'antica. Invece di abbandonarci ad una compassione beffarda concentriamoci su quello che sappiamo e diffondiamo il verbo: L'assorbente interno non è lo strumento del male e certi tabù bisogna sfatarli. Grazie ad una donna come noi, Judith Esser, dal 1950 ognuna di noi ha nell'assorbente interno un prezioso alleato per evitare giornate in spiaggia al caldo e abbandonarsi invece nelle piacevoli acque del proprio mare preferito anche durante il ciclo. E' importante che in quei giorni tutto debba essere normale, non bisogna sentirsi "malate". Tutto questo è possibile grazie a O.b , l'assorbente interno che viene in aiuto al mare e non ci fa più rinunciare al nostro sport preferito. In ben 60 anni O.b ha fatto passi da gigante grazie al progredire della tecnologia e ormai fortificato è pronto oggi a rispondere a tutte le vostre domande e darvi quelle certezze che bramate. Vediamo quali sono i miti più comuni?




  1. "L'assorbente interno non è igienico" Vero o falso?Falso! L'assorbente O.b ha imbottitura in rayon/cotone che assicura un'alta qualità igienica.


  2. "L'assorbente interno può disperdersi nel nostro corpo"Vero o falso? Falso! O.b è avvolto da un retino protettivo che elimina il rischio di dispersione, inoltre il cordoncino è cucito all'interno del tampone per evitare che si stacchi.


  3. "L'assorbente interno provoca fastidi"Vero o falso?Falso! O.b ha un'espansione radiale, cioè si espande una volta bagnato, adattandosi alla forma del corpo per grande comfort.



Ma non è tutto! Gli studi più recenti hanno dimostrato che l'assorbente interno: non varia il ph vaginale, non modifica la flora batterica vaginale e non lede l'integrità epitelio vaginale e cervicale. Inoltre O.b presenta ancora un'altra interessante novità la tecnologia ProComfort che ne ha semplificato l'uso, il rivestimento Silktouch assicura un'effetto simile a seta garantendo facilità d'uso nell'inserimento e nella rimozione. Ma O.b non smette ancora di sorprenderci, si adatta perfettamente infatti all'esigenza di ogni donna prevedendo ben 4 formati: Mini(l'assorbente per iniziare). normal,(per flusso medio-abbondante) super(per flusso abbondante) e super plus(per flusso molto abbondante o dopo il parto). Senza peli sulla lingua vi dico che io lo utilizzo da quando avevo circa 16 anni e non ho mai avuto problemi di nessun genere. L'assorbente interno mi ha risparmiato spesso 7 giorni di lunghe sudate e astinenza dal mio amato mare e dalle mie adorate nuotate. Tra l' altro vorrei ricordarvi che lo sport aiuta anche a combattere i dolori mestruali, quindi mai rinunciarci in quei giorni. Attualmente utilizzando la pillola anticoncezionale devo dire che uso molto meno l'assorbente interno perchè il ciclo è divenuto meno lungo, intenso e fastidioso. Ma quando ne ho bisogno, so che lui c'è, è sempre li nel mio armadietto per ogni occorrenza. Grazie fedele O.b e voi donne, libere dai pregiudizi che vedono nell'assorbente interno un prodotto dannoso e malefico, mi raccomando passaparola! ;)





Articolo sponsorizzato


Viral video by ebuzzing

Commenti

  1. Vorrei davvero mandare a quel paese chi ha sponsorizzato questo articolo perchè una grandissima "cavolata" gli assorbenti interni non fanno assolutamente bene e incoraggiarne l'uso è la cosa peggiore del mondo! Ho preso la candida...e da allora mi ritengo una grande esperta di problemi femminili...! Ogni tipo di assorbente, peggio ancora quelli interni fanno malissimo ed è bene usarlo solo se è strettamente necessario, in caso contrario solo intimo in PURO cotone bianco!

    RispondiElimina
  2. Io uso sempre l'assorbente interno!!!
    Dopo aver superato i preconcetti la strada si è spianata: è comodo e pratico!
    Sicuramente dà più libertà in quei maledettissimi giorno del mese, già parecchio difficili da sopportare (almeno nel mio caso!) ^_-

    RispondiElimina
  3. @A touch Of fashion: E' vero che l'assorbente interno è una possibile causa della candida ma non meno di tanti altri fattori, anche la pillola anticoncezionale per esempio mi ha causato qualche volta infezioni ma non per questo ho smesso di utilizzata, dato che la trovo efficace per molte altre cose. Qui non si parla certamente di usare l'assorbente interno per settimane e mesi interi e consecutivi ma come ben sai il suo utilizzo è limitato a brevi periodi di pochi giorni, nè si parla di usarlo giorno e notte ma solo all'occorrenza nelle ore di mare, sport o piscina; inoltre le possibilità di sviluppare una candida ad ogni ciclo in cui se ne fa uso, non sono affatto tante. Dipende molto anche dalle nostre condizioni di salute e dagli altri fattori. Personalmente io ho utilizzato l'assorbente interno spesso e non ho mai riscontrato questi problemi, a differenza della pillola che alcune volte mi ha portato qualche infezione. In questo post, per quanto sia sponsorizzato come indicato per correttezza, sono stata come sempre assolutamente sincera e ho espresso le mie più personali opinioni su un prodotto che io reputo valido e utile per tante donne. Ovviamente pare non sia la sola, dato che ad oggi milioni di donne utilizzano con successo l'assorbente interno.
    @Stefy: Condivido a pieno il tuo pensiero.

    RispondiElimina
  4. Sinceramente a leggere certe cose rimango basita! l'assorbente interno è pur sempre un corpo estraneo, spesso porta infiammazioni senza contare che la maggior parte degli assorbenti in generale sono trattati con prodotti chimici per sbiancare il cotone.. e metterli a diretto contatto con la mucosa non fa certo bene.. gli stessi ob (almeno informiamoci prima di fare articoli sposorizzati) contengono un foglietto illustrativo lungo un chilometro dove in pratica vi è scritto che se avete reazioni allergiche al prodotto ecc non è loro responsabilità perché sul suddetto foglio vi avvisano degli eventuali rischi! proprio un prodottino da consigliare.. soprattutto alle ragazze giovani.. se un giorno non si va al mare non si muore di certo.. andate a fare una bella passeggiata e andate al mare quando il ciclo vi è finito..

    RispondiElimina
  5. Ciao Jojo grazie per essere intervenuta e aver espresso la tua opinione. Oggi giorno ormai buona parte dei prodotti che utilizziamo contengono fiumi di controindicazioni...Prova a leggere quelle dei più comuni medicinali da banco o quelle della pillola anticoncezionale per esempio, utilizzata tral'altro da tantissime donne per mere motivazioni sessuali preferendola a molti altri metodi meno dannosi. Siamo coscienti che anche l'assorbente interno come creme e altri prodotti può causare reazioni allergiche, praticamente TUTTO può farlo. Non mi sembra però per questo giusto demonizzare un prodotto che come altri ha una sua validissima utilità. Ripeto: Ho accettato di scrivere questo post perchè ho realmente utilizzato per anni questo prodotto e ho deciso di condividere con voi la mia esperienza. Se non l'avessi pensata realmente in questo modo, invece di scrivere cose non vere, mi sarei astenuta dal fare questo post. Ogni persona poi è libera di pensarla diversamente e se non ritiene utile per le proprie esigenze questo prodotto, di non utilizzarlo. Io vista la mia positiva esperienza, non posso far altro che consigliarlo.

    RispondiElimina
  6. Io ho problemi con gli assorbenti esterni sintetici, figurarsi con dei robini plasticosi interni! Mai provati, quindi non posso esprimere nessun giudizio. Volevo solo dire che, nonostante il ciclo, io non ho mai rinunciato al mare e da quando uso assorbenti di cotone non sbiancato con cloro, faccio anche il bagno. Mai avuto problemi :)
    Il mio sogno sarebbe passare alla mooncup, quella si ti fa essere "libera e felice come una farfalla" per citare proprio una vecchia pubbllcità di assorbenti interni convenzionali! :D

    RispondiElimina
  7. Carino il tuo intervento, l'importante è fare ciò che si sente, per molte persone però quel "qualcosa di esterno" può essere fastidioso e poco pratico nei movimenti. Ad ogni modo l'assorbente interno non contiene nulla di plasticoso, è composto di fibre di cellulosa, viscosa o cotone. Comunque interessante la mooncup. :)

    RispondiElimina
  8. Sono Palermitana!! quindi immagginate, tutti i posti da sogno dove ogni estate si può stare al fresco, in ammollo ..... come rinunciarci???? uso l'assorbente interno da quando avevo 14 anni!!! adesso ne ho ben 41 ..... mai un infezione, mai nessun problema. la mia esperienza .. assolutamente positiva, quindi anche io lo consiglio alle più giovani!!! ciao

    RispondiElimina
  9. scusami ma paragonare un medicinale come la pillola, venduto sotto prescrizione medica e dopo aver eseguito analisi del sangue specifiche con un assorbente interno alla portata di tutti, comprese le tanto citate ragazzine di 13 anni, non mi sembra la stessa cosa.. inoltre non mi pare che tu ti stia limitando ad una recensione personale.. sembra appunto tu stia facendo un mero servizio pubblicitario all'ob.. ribadisco,a mio parere, visto che dici di essere un'assidua utilizzatrice di questo prodotto dovresti mettere comunque in guardia delle eventuali reazioni allergiche che questo prodotto può portare (senza contare candide e cistiti nelle persone più delicate).. segnalando appunto quanto riportato sul suddetto foglietto!

    RispondiElimina
  10. Purtroppo non solo quello altrimenti non avrebbero tante controindicazioni sui foglietti illustrativi (tra l'altro il cotone è sbiancato con cloro e già quello non il massimo a contatto con la pelle, io infatti compro solo assorbenti di cotone non sbaicnati con il cloro, perchè anche quello mi irrita). Ricordo di un'amica che aveva avuto uan forte infiammazioen dovuto all'uso ripetuto di assorbenti interni. Certo può anche andarti sempre bene, ma comunque bisogna sapere che ci sono delle controindicazioni.
    Certo magari chi nuota o altro preferisce l'assorbente interno, ma io non so nuotare, quidni al massimo mi faccio uancorsetta sulla spiaggia con il cane e per quello l'assorbente esterno morbido è la migliore cosa per me, perchè con i classici assorbenti io soffrivo di irritazioni continue, di eritema da pannolino ^^;;

    RispondiElimina
  11. Accanirsi con qualcosa soltanto perchè c'è la dicitura articolo sponsorizzato peraltro segno di grande onestà mi sembra inopportuno. E' vero che non si parla degli effetti collaterali ma sinceramente non vedo il senso di terrorizzare qualcuno indicando degli effetti che nella maggior parte dei casi a nessuna compaiono e sono veramente remoti, visto soprattutto il diverso spirito che vuole assumere questo articolo, trovo sia piuttosto deprimente leggere certe cose su un blog senza nemmeno aver acquistato il prodotto, e creando una preclusione mentale di partenza,inutili ansie e paure. Tutti noi acquistiamo un prodotto e poi leggiamo all'interno gli effetti collaterali, siamo capaci di farlo e decidiamo quindi di conseguenza se usare o meno quel prodotto. A parte che la maggior parte dei ginecologi consigliano senza problema l'uso degli assorbenti interni, le possibilità di effetti collaterali legati ad un caso di infezione o allergia sono residuali nel momento in cui si utilizzano tutti gli accorgimenti nell'uso e non se ne fa un utilizzo smisurato ma lo si alterna sempre a quello esterno nell'arco del giorno. Ogni cosa va usata secondo il proprio giudizio ed equilibrio personale. Quanto alla pillola anticoncezionale forse non ne sei al corrente ma molto spesso viene prescritta anche dal proprio medico di base ai soli fini anticoncezionali senza alcun esame e con grande superficialità, cosa sicuramente più rischiosa di usare un assorbente interno che proprio perchè viene venduto senza alcuna ricetta è sicuramente più sicuro della pillola. Ci sono cose molto più dannnose di un assorbente interno. Ad ogni modo il solo motivo per cui non ho indicato le controindicazioni è perchè non era lo scopo di questo articolo, in quanto non si tratta di una recensione propriamente detta, altrimenti avrei addotto molte più caratteristiche e particolari anche d'uso, in ogni caso credo che la diatriba sia conclusa poichè nei commenti sono stati ampiamente sviscerati anche gli effetti collaterali. Del resto il commento serve proprio a questo: ad avere uno scambio civile di idee, esperienze e consigli ed eventualmente anche aggiungere qualche informazione in più. Non si può certo racchiudere tutto in un articolo, può capitare che magari per un motivo o per un altro qualcosa venga omesso, sono quindi felice di questo scambio di idee in quanto reputo che la potenza comunicativa di un blog è proprio nel confronto tra chi scrive e chi legge e i commenti sono sempre un complemento inscindibile all'articolo e fonte di informazioni importanti almeno quanto l'articolo in se. :)

    RispondiElimina

Posta un commento