Controlla la tua mente per vivere meglio


Di recente sono stata assorbita dalla lettura di un libro sulla PNL che ha davvero suscitato il mio interesse e ha indotto in me diversi spunti di riflessione. Alla base della PNL vi è la teoria secondo la quale gli elementi della nostra mente vadano organizzati secondo modalità strutturate, una volta che abbiamo compreso la struttura corretta sarà più semplice anche controllare la nostra mente e di conseguenza il nostro corpo e i nostri comportamenti, in pratica in questo modo godiamo di una serie di opzioni tra cui poter scegliere e siamo in grado di controllare la nostra intera esistenza. Del resto siamo abituati a pensare che sia scontato controllare ad esempio una parte del nostro corpo, ma come ci sentiremmo se ad esempio mentre stessimo guardando la tv improvvisamente  il nostro braccio si sollevasse autonomamente senza che noi potessimo controllarlo? Sicuramente ci coglierebbe un grande spavento. Eppure inconsciamente accettiamo che le nostre menti vaghino senza controllo e anzi sembriamo non preoccuparcene affatto come fosse qualcosa di normale. Iniziamo a fare qualcosa e la nostra mente di sua iniziativa comincia a pensare ad altro oppure può capitare che dobbiamo compiere un compito importante che ci desta preoccupazione e una vocina nella nostra testa cerca di sabotarci dicendo che non ce la faremo. La soluzione? Si tratta di dire alla nostra mente né più e né meno di farsi gli affari suoi, esistono metodi che ci permettono di educare la nostra mente, di controllare il nostro inconscio. La nostra mente è in continuo movimento, se non ci preoccupiamo di educarla andrà alla deriva dove vorrà lei. In realtà sebbene esistano metodologie non sempre alla portata e conoscenza di tutti questo discorso basicamente è molto semplice: come diceva Gabriel García Márquez “La memoria del corazón elimina los malos recuerdos y magnifica los buenos, y gracias a ese artificio, logramos sobrellevar el pasado.” Penso che questa frase sebbene parli di memoria del cuore esprima in pieno il concetto di razionalità che sarebbe opportuno adottare nelle nostre vite, grazie al controllo della nostra memoria semplicemente comandiamo alla nostra mente di cancellare quei ricordi che ci fanno stare male e al contrario esaltiamo quelli belli ed è proprio grazie a questo artificio, a questa sorta di inganno che già in sè sottende il raziocinio umano che riusciamo a sopportare il passato senza che ci causi troppo dolore. Questo è sicuramente un esempio valido in cui riusciamo a vincere l'ardua sfida di controllare la nostra mente tramite i nostri ricordi. Del resto giocare con la memoria può spesso diventare la chiave della nostra felicità migliorando numerosi ambiti della nostra vita come il nostro successo, la nostra salute e perfino la nostra vita amorosa. Pensiamo ad esempio quando siamo in pena per un amore finito, un buon metodo per far affievolire i sentimenti che proviamo e superare la rottura di un rapporto è infatti quello di diventare il registra del nostro film romantico, creando una raccolta di scene con le cinque cose peggiori che il nostro ex abbia mai fatto, al contrario per rinvigorire un amore affievolito sarà utile creare un film con tutte le scene felici vissute col partner. Questi chiaramente sono solo degli esempi, esistono innumerevoli tecniche per controllare la nostra mente, quel che è certo è che se impareremo ad esserne padroni tutta la nostra vita subirà una grande svolta. Abbandoniamo quindi tutte quelle illusioni, quelle aspettative che possono essere deleterie, tutti quei amori silenziosi, quelli non corrisposti, quelli infelici, quelli folli che sopravvivono in una mente poco disciplinata, in balia di sè stessa,  sembrerà incredibile ma possiamo essere più forti di noi, possiamo comandare alla nostra mente di dimenticare, di non amare, la mente va controllata, va dominata e se necessario per il bene della sua stessa sopravvivenza va all'occasione anche annientata, sconfitta. 

Commenti